Una retrospettiva per Alan Rickman…

di:

Biography

Il 2016 è stato un anno davvero pesante per il mondo dello spettacolo. In ordine abbiamo perso un grande della musica rock come David Bowie; se ne sono andati il marito/manager e il fratello della nota cantante canadese Celine Dion; ci ha lasciati l’attore Alan Rickman, conosciuto ai più per aver prestato il volto al professor Piton di Harry Potter. Tutte queste tragiche scomparse hanno una cosa in comune: è stato il cancro a portarsele via!

È la dipartita di Alan Rickman ha colpirci maggiormente. Londinese di nascita, Rickman è diventato famoso verso i trent’anni: ha, infatti, iniziato la propria carriera artistica dopo la laurea tardiva alla Royal Academy of Dramatic Art. Prima del 1972, anno in cui vinse la borsa di studio per l’accademia, il suo destino sembrava essere quello di graphic designer.

Prima a teatro e poi in televisione, Rickman ha saputo subito distinguersi e suscitare interesse ed emozioni da parte non solo del pubblico, ma anche dei propri colleghi e registi, grazie ad un istrionico talento, particolarmente votato ai ruoli più complessi come in genere sono quelli dei cattivi. Il suo ruolo come lo sceriffo di Nottingham in Robin Hood (1991) lo ha sicuramente portato alla ribalta come attore cinematografico. Ma non possiamo non citare altre sue grandi interpretazioni come in Die Hard (1988), Ragione & Sentimento (1995) e in tutti i film del ciclo di Harry Potter, naturalmente.

Innumerevoli anche i premi e le nomination collezionati nel corso degli anni. Fra questi ricordiamo: BAFTA Award come miglior attore di supporto per Robin Hood; Golden Globe ed Emmy Award come miglior attore per Rasputin; MTV Award e People’s Choice Award come miglior rappresentante del cast in Harry Potter e I Doni della Morte, Parte II.

Tra i suoi svariati talenti c’è anche quello di regista. Due i film a lui accreditati: L’ospite d’inverno (1997) e Le Regole del Caos (2015). In entrambi i casi ha anche collaborato alla stesura della sceneggiatura. Rickman è stato poi attivo come doppiatore, trasferendo ai personaggi doppiati il suo innegabile fascino dato anche dal suo essere londinese purosangue. Fra questi ricordiamo in particolare Alice in Wonderland, del 2010, ed Alice Attraverso lo Specchio, che è uscirà postumo a Maggio 2016, in cui dà voce al Brucaliffo. Abbiamo potuto vederlo ancora una volta in sala in un ruolo dal vivo ad Aprile 2016 per il film di Gavin Hood Eye In The Sky.

Alan Rickman è morto all’età di 69 anni a Londra il 14 Gennaio 2016, dove è vissuto per la maggior parte della sua vita, circondato dalla moglie Rima Horton (con la quale è stato legato sin dai suoi 19 anni) e dal resto della sua famiglia. A noi non resta che continuare a farlo rivivere attraverso i suoi tanti personaggi, sempre magistralmente caratterizzati, in cui trapelava, con discrezione ma grande capacità, la sua personalissima e accattivante espressività artistica.

I Commenti sono chiusi.