Cassandra Clare e la trilogia di Shadowhunters

Quando Clary entra al Pandemonium, a New York, è convinta di essere una normale quindicenne che va a ballare in un locale alla moda. Non sa che il mondo è popolato di demoni, di nascosti e di nephilim, gli shadowhunters, i cacciatori di demoni. Non sa, soprattutto, di essere una di loro. Ma lo scoprirà presto. E la sua vita ne sarà sconvolta.

Queste le premesse dei primi tre titoli della saga di Shadowhunters di Cassandra Clare, ora pubblicati da Mondadori in un unico volume di oltre 1560 pagine. Dopo il fallimento della trasposizione cinematografica, a partire dal prossimo Gennaio arriverà sugli schermi di ABC Family la serie TV omonima che rinverdirà i fasti della saga…

La storia si apre con la quindicenne Clary ed il suo migliore amico Simon che decidono di andare al Pandemonium, il locale più trasgressivo di New York, sapendo che passeranno una nottata particolare, ma certo non fino a questo punto. I due assistono, infatti, ad un efferato assassinio ad opera di un gruppo di ragazzi completamente tatuati e armati fino ai denti. Quella sera Clary, senza saperlo, ha visto per la prima volta gli Shadowhunters, guerrieri, invisibili ai più, che combattono per liberare la Terra dai demoni.

In meno di ventiquattro ore da quell’incontro la sua vita cambia radicalmente. Sua madre scompare nel nulla, lei viene attaccata da un demone e il suo destino sembra fatalmente intrecciato a quello dei giovani guerrieri. Per Clary inizia un’affannosa ricerca, un’avventura dalle tinte dark che la costringerà a mettere in discussione la sua grande amicizia con Simon, ma che le farà conoscere l’amore.