Star Trek: Enterprise… L’unica superstite

di:

TV, Web & Co.

L’arrivo al cinema dell’ultimo film del franchise, Star Trek, lo 8 Maggio 2009 ha riportato l’attenzione sulla saga sci-fi più longeva degli Stati Uniti. Come molti di voi sapranno, il film si basa su un paradosso temporale che, in pratica, azzera la futura storia, gli avvenimenti e, quindi, tutte le serie TV ed i film del mondo immaginario… Tutti tranne uno: Enterprise. Infatti l’ultima serie ad essere stata trasmessa è anche quella collocata cronologicamente prima di tutte le altre, film di J.J. Abrams incluso!

Star Trek: Enterprise è stata creata da Rick Berman e Brannon Braga, già coinvolti nelle precedenti serie Star Trek degli anni ’80 e ’90, e mostra com’era la Terra prima della Federazione Unita dei Pianeti, quando ancora gli umani erano fortemente legati ai vulcaniani e dovevano combattere per ogni piccola concessione (a cominciare dal varo della prima nave a curvatura 5, l’Enterprise NX-01 appunto). Nomi di rilievo nel cast sono: Scott Bakula (In Viaggio nel Tempo), Jolene Blalock (La Spada della Verità), Connor Trinneer (Stargate Atlantis) e John Billingsley (True Blood).

La serie ha raggiunto le quattro stagioni, per un totale di 98 episodi, concludendo il suo corso nel Maggio 2005, tra il disappunto dei fan (amareggiati per la sua prematura cancellazione). Tra le pecche del telefilm c’è indubbiamente la puntata conclusiva, che si discosta totalmente dallo stile degli episodi precedenti. Tra i punti di forza, invece, c’è sicuramente il theme che, a differenza di tutte le altre serie trekkiane (dove c’era lo zampino del grande Jerry Goldsmith), è stato composto da Diane Warren e cantato da Russell Watson: Where My Heart Will Take Me.

Dello stesso argomento:

Star Trek: The Deluxe Edition

Star Trek Online: Una nuova frontiera

Scoprendo Star Trek Voyager

Il viaggio di Star Trek continua in DVD

I Commenti sono chiusi.