Ursula K. Le Guin e la magia di Terramare

Una delle saghe fantasy più famose e vendute al mondo è sicuramente quella di Terramare, o Earthsea in lingua originale, scritta nell’arco di 35 anni dalla pluri-premiata Ursula K. Le Guin, scomparsa ad 88 anni appena due settimane fa. La scrittrice USA era appassionata, oltre che di fantasy, anche di fantascienza ed è stata premiata, nel corso della sua carriera, con quattro Hugo Award e tre Nebula Award (tra i massimi riconoscimenti della letteratura del genere).

La saga di Terramare ha avuto inizio nel lontano 1968 con la pubblicazione del primo dei cinque volumi che la compongono: Il Mago di Earthsea. La storia ha come protagonista un giovane mago, Ged, che deve lottare contro un nemico senza nome richiamato accidentalmente dal mondo dei morti; troverà aiuto in amicizie imprevedibili, come quella con Tenar.

  1. Il Mago di Earthsea (1968)
  2. Le Tombe di Atuan (1971)
  3. La Spiaggia più Lontana (1972)
  4. L’isola del Drago (1990)
  5. I Venti di Earthsea (2001)

In Italia sono state prima la casa editrice Nord e poi la Mondadori a pubblicare il ciclo di Terramare. Nel 2007 i cinque romanzi sono stati raccolti per la prima volta in un unico volume: La Leggenda di Earthsea, appunto. Qualche anno dopo, invece, è stato dato alle stampe il volume intitolato La Saga di Terramare, contente oltre ai cinque romanzi sopra citati, anche la raccolta di racconti Leggende di Earthsea. Quest’anno è arrivata una riedizione della Mondadori, intitolata semplicemente Terramare, praticamente identica alla precedente a parte la grafica…

Quarta di copertina: Nel mondo incantato di Terramare, fatto di arcipelaghi e acque sconfinate, un giovane pastore possiede il dono di parlare agli animali e di piegarli alla sua volontà con misteriosi sortilegi. Non sa ancora di essere Ged, il grande mago destinato a sconfiggere le forze dell’oscurità che vogliono sopraffare il suo mondo. Solo il duro e avventuroso apprendistato presso la Scuola per Maghi dell’isola di Roke lo renderà degno di diventare Signore dei Draghi e di sfidare le potenze del male. Ma lungo il percorso, in un viaggio che lo spingerà oltre il regno della morte, incontrerà un nemico inaspettato: la propria ambizione e il desiderio di potere, che lo costringeranno a misurarsi con l’Ombra e minacceranno di annientare l’unico eroe in grado di riportare la magia in una terra che ne ha disperato bisogno.

Nel 2004 è stata realizzata una miniserie TV, Earthsea, che, però, narra le vicende dei soli primi tre capitoli della saga. I protagonisti sono: Shawn Ashmore (The Following), Kristin Kreuk (Beauty And The Beast), Danny Glover (Touch) e Isabella Rossellini (Merlino). E’ presente anche un piccolo cameo di Amanda Tapping (Stargate SG-1) e di altri membri del cast tecnico di stanza a Vancouver, dove si girano attualmente le principali serie TV americane.

Ursula K. Le Guin ci lascia, quindi, un’importante eredità che, a nostra volta, dovremmo trasmettere alle future generazioni, ossia la creatività. La fantasia andrebbe coltivata e premiata al di là del fatto che la società la accetti o meno, soprattutto se riguarda il fantasy o la fantascienza.

Dello stesso argomento:

Earthsea + Avalon + Pillars

Earthsea: Dalla carta alla celluloide