Scoprendo Star Trek Voyager

di:

TV, Web & Co.

Nella storia di Star Trek bisogna distinguere tre diversi filoni di realizzazione, legati ognuno a storie, periodi e creatori diversi. Tutto ebbe inizio negli anni ’60 con Gene Roddenberry, che creò dal nulla il mondo fantascientifico della Federazione nella cosiddetta serie classica, Star Trek. Poi, visto il grande successo ottenuto dalle tre stagioni e dai film seguenti, Rick Berman e Michael Piller diedero il via a Star Trek: The Next Generation, apportando aggiustamenti sia dal punto di vista tecnico (effetti speciali adattati agli anni ’80) che storico (ambientazione cronologica successiva).

Da questa serie TV sono nati altri due telefilm spin-off (Star Trek: Deep Space Nine e Star Trek: Voyager) che esplorano diverse combinazioni logistiche e spaziali, ma strettamente legate fra loro per ambientazione storica e produzione tecnica. Poi è stata la volta di Enterprise, che ha fatto un balzo cronologico agli albori della storia trekkiana come serie prequel rispetto alle precedenti…

Fra le tre serie TV del gruppo centrale (TNG, DS9 e VOY), Star Trek: Voyager è sicuramente la migliore, sia per storia (poiché riprende il tipico stile trekkiano delle origini), sia per effetti speciali (adeguati alle tematiche trattate), sia per assortimento di personaggi (dai Borg ai Maquis). Il telefilm è stato lanciato nel 1995 ed ha chiuso il suo corso nel Maggio 2001, ma resta una delle serie più amate della fantascienza, soprattutto per i personaggi. Nel cast, fra gli altri: Kate Mulgrew (La Signora in Giallo), Ethan Philips (The Island), Robert Beltran (Nixon), Robert Picardo (Stargate Atlantis), Tim Russ (Star Trek Generations) e Jeri Ryan (Boston Public).

In sette lunghe e succulente stagioni, la serie TV racconta le avventure della nave stellare Voyager, comandata dal capitano Kathryn Janeway, che viene inviata in missione alla cattura di un gruppo di Maquis, ribelli di confine che lottano contro i Cardassiani e non riconoscono i trattati di pace stipulati tra questi e la Federazione. Durante la missione la Voyager viene trasportata nel quadrante Delta della Galassia, a più di 70.000 anni luce dalla Terra, dal Custode, un’entità aliena che muore prima di poter rimandare la nave indietro. Per sopravvivere i due equipaggi, dei Maquis e della Flotta, che hanno subito gravi perdite, devono unirsi per affrontare il viaggio che si stima possa durare anche più di 70 anni. Durante il viaggio la Voyager viene attaccata da un gran numero di specie ostili, ma riesce a trovare anche degli alleati.

I Commenti sono chiusi.