Non solo The Good Wife per Julianna Margulies!

Nota ai più per il suo recente ruolo in The Good Wife, Julianna Margulies nasce nel New England nel 1966, la più giovane delle tre figlie dello scrittore e filosofo Paul Margulies e della ballerina Francesca Margulies. Dopo gli studi al Sarah Lawrence College di Yonkers, a pochi chilometri da Manhattan, durante i quali prende parte a diverse rappresentazioni teatrali, la Margulies si dedica subito al cinema, ottenendo nel 1991 il suo primo ruolo nel film di Steven Seagal Giustizia a Tutti i Costi. La TV la ospita poi come guest star in diverse serie, inclusa un’apparizione in La Signora in Giallo, prima di ottenere nel 1994 il ruolo che le cambia la vita…

…Quello dell’infermiera Carol Hathaway, interesse amoroso del personaggio di George Clooney, nel longevo medical drama di NBC E.R.. È l’unico membro del cast regolare a vincere l’Emmy Award, ruolo per il quale continua a essere nominata fino al 2000, anche al Golden Globe. Un risultato straordinario considerando che, nelle intenzioni iniziali degli autori, Carol era un personaggio destinato a morire. La Margulies non resta nella serie fino alla sua conclusione nel 2009, ma si ritira nella sesta stagione, per tornare come guest star in un episodio dell’ultima. Dopo E.R., l’attrice continua a lavorare in TV con ruoli in Scrubs, I Soprano e in alcune miniserie!

Fra queste vanno sicuramente ricordate Le Nebbie di Avalon, Il Giovane Hitler, La Tela del Ragno e The Lost Room. La prima di queste produzioni è basata sul famoso romanzo fantasy-storico della compianta Marion Zimmer Bradley, in cui Julianna interpreta la protagonista, la fata Morgana della leggenda arturiana. Nel 2008 FOX la sceglie per il ruolo dell’affascinante avvocato difensore Elisabeth Canterbury, personaggio principale di Canterbury’s Law, ma il legal drama non ha successo e la produzione si ferma dopo appena sei episodi. L’attrice continua anche la sua carriera cinematografica, ma è ancora una volta la TV a portarle il successo sperato…

Nel 2009, infatti, le viene affidato nuovamente il ruolo di un avvocato, Alicia Florrick, in The Good Wife della CBS. La serie conquista pubblico e critica, diventando il miglior drama della sua epoca in onda sulla TV nazionale americana, l’unico in grado di competere al fianco delle grandi produzioni via cavo. Per il suo ruolo, Margulies torna a vincere l’Emmy Award, più di una volta, e per la prima volta il Golden Globe. La storia è quella della moglie del procuratore Peter Florrick, coinvolto in uno scandalo sessuale e accusato di corruzione, che si ritrova a dover badare alla famiglia da sola e per riuscirci decide di tornare, dopo un decennio di assenza, a lavorare come avvocato.

In seguito, fallito il tentativo di vederla apparire nello spin-off The Good Fight, la Margulies ottiene un altro ruolo da protagonista nella dark comedy Dietland, cancellata anch’essa dopo la prima stagione. Infine le sue abilità vengono sfruttate anche da National Geographic che la vuole per la parte della dottoressa Nancy Jaax nella miniserie in 6 puntate The Hot Zone, andata in onda negli USA lo scorso Maggio e in arrivo nel nostro paese il mese entrante, sempre sullo stesso canale. Lo show, basato sul romanzo omonimo di Richard Preston e reduce da critiche entusiaste, racconta la storia della scoperta del virus ebola.

Precedente Firefly, Un classico della fantascienza in TV... Successivo L'attesa è finita: Torna su Netflix Stranger Things!