Gamers! e i suoi geniali fraintendimenti…

Gamers! ha quindi questo punto di forza: nonostante l’abuso di situazioni che sanno di già visto, lo sviluppo e le razioni sono inaspettate e geniali. L’episodio sei è stata l’apoteosi di ciò. La cosa bella è che i fraintendimenti non mantengono lo status quo (cosa molto abusata nelle romcom “normali”), ma servono a far progredire la storia e far sviluppare i personaggi.

Dal punto di vista tecnico Gamers! è una produzione nella norma, con un budget piuttosto limitato, ma che riesce a fare il suo lavoro. Il character design è completamente diverso da quello di Seitokai no Ichizon (e questo può essere solo un bene), mentre le musiche sono azzeccate, anche se abbastanza standard. La regia è efficace e ha delle belle trovate che, pur spoilerando in anticipo cosa succederà, riesce comunque a farti divertire.

Gamers! lo consiglio a tutti quelli che vogliono una commedia romantica diversa, ma vi avverto: nonostante il titolo l’anime, almeno per ora, ha ben poco a che fare coi videogiochi!

Precedente The 100: Homecoming in libreria con Rizzoli Successivo Kiefer Sutherland in Designated Survivor 2